Giorgio Vasari e Properzia de’ Rossi

24 luglio / ore 18:00 / Museo Casa Vasari

ART-U

GIORGIO VASARI E PROPERZIA DE’ ROSSI
Racconto vasariano di una “femmina schultora”

con Virginia Billi
testo Virginia Billi e Marco Caroccia
musiche Riccardo Caroccia

Lo spettacolo racconta la vita della scultrice Properzia de’ Rossi, narrata attraverso gli occhi e le parole di Giorgio Vasari, uno dei più grandi storici dell’arte del Rinascimento. “Giorgio Vasari e Properzia de’ Rossi: Racconto Vasariano di una ‘Femmina Schultora’” è un viaggio teatrale che sfida i confini del tempo, mettendo in scena un dialogo tra due colossi  dell’arte rinascimentale. Giorgio Vasari, il rinomato autore delle Vite, e Properzia de’ Rossi, una delle prime scultrici in un mondo dominato dagli uomini, si incontrano in uno spazio scenico che evoca l’essenza del Rinascimento. Questo dialogo tra epoche differenti svela il tenace spirito di Properzia e la sua eccezionale abilità, portando alla luce una storia di coraggio e innovazione. La sua è una storia straordinaria, la storia di una donna che decide di cimentarsi in un mestiere fino ad allora riservato esclusivamente ai maschi, il mestiere della scultura, sfidando pertanto le convenzioni e gli ordini valoriali della sua società e, almeno stando a ciò che racconta Vasari, arrivando anche a irritare alcuni suoi colleghi maschi. La rappresentazione si focalizza sulla forza del suo carattere e sulla sua capacità di infrangere le barriere in un’epoca in cui le donne erano raramente riconosciute come artiste a pieno titolo. Attraverso questo dialogo scenico e profondo, “Giorgio Vasari e Properzia de’ Rossi: Racconto Vasariano di una ‘Femmina Schultora’” non solo celebra la resilienza e il talento indomito di una pioniera dimenticata, ma invita anche il pubblico a riflettere sulla potenza trasformativa dell’arte. È un’opera che, oltre a raccontare la lotta di una donna contro i pregiudizi del suo tempo, celebra la capacità dell’arte di oltrepassare secoli, ispirando ancora oggi con la sua storia di determinazione e cambiamento.

INFO

Officine della Cultura
via Trasimeno 16, tel. 0575 27961 – 338 8431111
biglietteria@officinedellacultura.org

ingresso € 7,00 ridotto € 5,00
compresa visita al Museo